venerdì 5 agosto 2011

Pappardelle alla lavanda con mortadella e ricotta affumicata.


Ingredienti per 4 persone:



• 300 gr. di farina Pivetti amor di Farina
• 3 uova bio
• 1 cucchiaino e 1/2 di fiori di lavanda essiccati per uso alimentare
• 100 gr. di mortadella La blu di Felsineo
• 1 spicchio d’aglio
• prezzemolo
• 100 ml. di vino bianco secco
• 30 gr. di ricotta affumicata grattugiata
• sale
• pepe
• olio di semi di mais

Procedimento:
tritare nel mortaio i semi di lavanda . Fare una fontana sulla spianatoia con la farina , e al centro fare un incavo, rompere le uova e versarle nell’incavo con un pizzico di sale, un cucchiaio di olio e i semi di lavanda tritati, mescolare carpendo di volta in volta un po’ di farina, in modo che tutti gli ingredienti lentamente siano completamente amalgamati. Impastare almeno per 15 minuti, poi lasciar riposare la pasta per alcuni minuti, quindi passarla a pezzetti nella macchinetta, sino ad ottenere una sfoglia dello spessore desiderato ( nel mio caso, n° 3 ). Lasciar asciugare la pasta qualche minuto, quindi arrotolatela delicatamente, e con un coltello ben affilato tagliate le pappardelle alla larghezza desiderata. Srotolate le tagliatelle e lasciatele asciugare su un canovaccio cosparso con poca farina.

Far rosolare dolcemente in una padella un filo di olio con uno spicchio d’aglio, per alcuni minuti, quindi eliminare lo spicchio d’aglio.
Aggiungere la mortadella La Blu di Felsineo a dadini ed insaporire con sale pepe .
Quando la mortadella sarà rosolata, unire il vino bianco lasciandolo evaporare completamente. Spegnere il fuoco ed aggiungere il prezzemolo tritato.
Cuocere la pappardelle in abbondante acqua salata, scolarle al dente e condirle con l’intingolo preparato.

Presentazione: porre al centro del piatto la pasta e spolverare con della ricotta affumicata grattugiata.

Vino consigliato: Pinot Chardonnay del Veneto Orientale.


Share:

15 commenti

  1. Non oso immaginare l'aroma di queste pappardelle, così procaci ma eleganti al tempo stesso. Sono davvero curiosa e siccome non ho ancora pranzato, le mie ghiandole salivari stanno facendo le bizze! BEllissima idea. A presto, Pat

    RispondiElimina
  2. Queste pappardelle devono essere qualcosa di fantastico. Ho appena usato dei fiori di lavanda e sono ancora inebriata del loro profumo. Hai delle idee sempre originalissime che solleticano tutta la mia curiosità. Complimenti, un bacione e buon we

    P.S. bello il nuovo look, mi piace molto così pulito ed essenziale

    RispondiElimina
  3. la lavanda mi ricorda Marsiglia....un bel viaggio..e questo un bel piatto..chissa' che profumo e che sapori.........baci
    PS:Vestitino nuovo??'bello!!!

    RispondiElimina
  4. Que plato más original y el aroma tiene que ser delicioso.

    Saludos

    RispondiElimina
  5. Un piatto gustosissimo e profumatissimo che fa tanto estate! Da provare :-)

    RispondiElimina
  6. Ciao!

    Ricetta buono e fa bene!

    Bacio è una bella giornata e un buon fine settimana!

    RispondiElimina
  7. Molto sfiziosa questa pasta, complimenti! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  8. Ringrazio:
    - Patty
    - Federica
    - Scarlett
    - jose manuel
    - Lucia
    - Nita
    - Sissina
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  9. Una ricetta buonissima, molto invitante e originale!!! Baci

    RispondiElimina
  10. Non è semplice abbinare la mortadella nei primi piatti, e tu lo hai fatto al meglio,complimenti!

    RispondiElimina
  11. Ringrazio:
    - Lady boheme
    - Nel cuore dei sapori
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  12. Che originale connubio di sapori, davvero interessante l'utilizzo della lavanda in un piatto di pasta!

    RispondiElimina
  13. Ti ringrazio lo81.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  14. mh...sembra proprio deliziosa, mi segno la ricetta :)

    RispondiElimina
  15. Ti ringrazio Annaira.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina

Blogger Template Created by pipdig