martedì 16 maggio 2017

Gnocchi con ragù di agnello e crema di fave




Oggi vi propongo un primo piatto , degli gnocchi di patate fatti in casa, conditi con ragù bianco di agnello , abbinati ad una purea di fave, e per terminare una spolverata di pecorino grattugiato.

Per la ricetta degli gnocchi vi invio a questo post :
Gnocchi al ragù di coniglio con composta di prugne all’aceto balsamico .

Altri ingredienti :
400 gr. di carne trita di agnello
300 ml. di brodo vegetale
1 scalogno
1 carota
1 costa di sedano verde
1 spicchio d’aglio
alloro, timo , rosmarino
pecorino grattugiato
100 ml. di vino bianco secco
sale fino
peperoncino dolce q.b.
olio extra vergine di oliva biologico Terre Rosse

Per la crema di fave :
350 gr. di fave già sgranate
olio extra vergine di oliva Terre Rosse
sale e pepe

Per realizzare questa ricetta ho utilizzato l’olio extra vergine di Oliva Biologico Dop Umbria Colli Assisi - Spoleto prodotto dall’Azienda Agraria Hispellum .



Un olio di altissima qualità ottenuto da una singola varietà di olive. Monocultivar 100% Moraiolo . Un olio per veri intenditori . Pressato a freddo entro 6 ore dalla raccolta. La raccolta avviene esclusivamente a mano. Certificato biologico, kosher-p, D.O.P. regione Umbria colli Assisi-Spoleto. L’azienda produce olio extra vergine di oliva bio esclusivamente ottenuto da olive coltivate sul suo territorio .



Passiamo quindi alla ricetta : lavate e sbucciate le verdure , tritate carota sedano e scalogno, poi fateli rosolare in un tegame con un filo di olio extra vergine di oliva , assieme allo spicchio d'aglio e alla foglia di alloro. Quando le verdure sono ben rosolate, incorporate la carne trita di agnello assieme a timo e rosmarino , fate rosolare a fuoco vivo poi sfumate con il vino bianco. Una volta evaporato il vino aggiungete il sale e un pizzico di peperoncino dolce , abbassate la fiamma aggiungete gradualmente il brodo vegetale e fate cuocere per un'altra ora abbondante. E’ preferibile far riposare questo ragù almeno 2 ore prima di utilizzarlo . Al termine di queste lasso di tempo eliminate le erbe aromatiche e lo spicchio d’aglio .

Per la crema di fave : tuffate le fave in una pentola con abbondante acqua bollente salata; dopo 2 minuti scolatele con un mestolo forato, lasciatele intiepidire poi eliminate la pellicina che le ricopre, quindi frullatele aggiungendo a filo a filo olio extra vergine di oliva e qualche cucchiaio di acqua di cottura della fave, regolate di sale e pepe , coprite e tenete da parte .

Fate cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata , scolateli appena vengono a galla e fateli saltare nel sugo bianco di agnello con una spolverata di pecorino grattugiato .

Presentazione porre al centro del piatto un piccolo mestolo di crema di fave , porre sopra un nido di gnocchi al ragù di agnello, decorare a piacere con uno stelo di erba cipollina. Terminare il piatto con un filo di olio extra vergine di oliva.

Vino consigliato : Nobile di Montepulciano.



Share:

martedì 9 maggio 2017

Insalata di gamberi e verdure con sentori di cedro



Ingredienti per 4 persone :

500 gr. di gamberi
1 carota
1 costa di sedano
1 zucchina
1 spicchio d’aglio
4 pomodorini
50 gr. di insalata tipo  misticanza
sale fino q.b.
peperoncino dolce q.b.
100 ml. di aceto di vino bianco
1/2 limone
3 gambi di prezzemolo
Cedrolio olio extravergine di oliva al cedro Buongustai di Calabria
olio extra vergine di oliva

Cedrolio non è il solito olio aromatizzato ma un condimento che nasce dalla macinazione a freddo, simultanea di olive verdi e cedri freschi calabresi, tagliati a piccoli pezzi. L’Olio Extravergine di Oliva aromatizzato al Cedro di Calabria, è un prodotto tipico ed esclusivo dell’alto Tirreno Cosentino che, grazie al suo gusto inebriante e delicato, si adatta perfettamente come condimento di piatti freddi, insalate, secondi di pesce e carni arrosto.


Lavate bene i gamberi sotto l’acqua corrente senza sgusciarli, perché così la loro carne rimarrà più tenera e gustosa ed inoltre l'operazione di pulitura sarà più facile una volta bolliti.

Mettere a bollire un litro e mezzo d'acqua leggermente salata con l'aceto e il succo di mezzo di limone ; al momento della bollitura immergere i gamberi che subito al contatto con l'acqua calda cambieranno colore diventando rosa. Lasciarli bollire per pochi  minuti (1, 2 al massimo), scolarli e lasciarli intiepidire, poi togliere le teste e sgusciarli , poi  eliminare il budellino centrale .

A questo punto inserite i gamberi nella ciotola con le verdure marinate , aggiungete i gambi di prezzemolo spezzati grossolanamente e i pomodorini a spicchi, mescolate , coprite e lasciare riposare in frigo per circa 15 minuti . Prima di servire i gamberi eliminare dalla ciotola le fettine di aglio e i gambi di prezzemolo .

Presentazione : porre al centro del piatto, un nido di gamberi e verdure marinate , decorare intorno con delle foglioline di misticanza , terminare il piatto con un filo di Cedrolio olio extra vergine di oliva al cedro , che donerà a questa insalata di gamberi e verdure un tocco profumato e davvero originale

Vino consigliato : Ribolla Gialla Tenuta Luisa .

Qui di seguito vi posto questo interessate video sulla coltivazione del cedro calabrese nella famosa riviera dei cedri









Share:

martedì 2 maggio 2017

Filetto di vitello con crema di porri




Ingredienti per 4 persone :

4 medaglioni di filetto di vitello del peso di circa 150 gr. l’uno
1 vasetto di crema di porri Azienda agricola Bertoia
2 rametti di rosmarino
germogli di alfa-alfa e ravanello rosso q.b.
sale fino q.b.
pepe nero q.b.
olio extra vergine di oliva Bonomo


Per questa ricetta ho utilizzato la crema di porri prodotta dall’azienda agricola Cesare Bertoia , un prodotto artigianale molto versatile in cucina . Ingredienti: porro 86%, aceto di vino, olio extra vergine di oliva, sale, pepe.

Procedimento : appiattite leggermente i medaglioni di filetto, tamponateli con carta cucina, poi legate con uno spago in senso circolare ogni medaglione , in modo tale che il medaglione a fine cottura mantenga una forma circolare . Massaggiate da ambo i lati ogni medaglione con un trito di rosmarino e un pizzico di pepe . Inserite i medaglioni in un contenitore di ceramica e irrorateli con la giusta quantità di olio extra vergine di oliva , girateli, copriteli con un film trasparente e lasciateli riposare per una decina di minuti.

Trascorso questo lasso di tempo , ponete sul fuoco una padella antiaderente e quando questa è ben calda fate cuocere i medaglioni di filetto ( 3 minuti per lato per una cottura media .) Al termine della cottura salate la carne ( lasciatela riposare due minuti prima di servirla .)

Fate scaldare a bagnomaria la crema di porri .
Presentazione : porre al centro del piatto un cucchiaio di crema di porri, posizionare sopra il medaglione di filetto, e di seguito un piccolo ciuffo di germogli di ravanello e alfa-alfa .
Terminare il piatto con un filo di olio extra vergine di oliva .

Vino consigliato : Cabernet Sauvignon Tenuta Luisa

Lo scorso 29 aprile il nostro blog : http://danieladiocleziano.blogspot.it/ ha compiuto 8 anni, colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri lettori e tutti gli sponsor . Grazie di cuore .

Daniela e Diocleziano





Share:
Blogger Template Created by pipdig