mercoledì 11 dicembre 2019

Risotto con i canestrelli e scarola




Il canestrello, altrimenti conosciuto con il nome di pettineo è un mollusco molto diffuso nella zona dell’alto Adriatico, è simile alla capasanta , solo più piccolo . E' particolarmente apprezzato in cucina per la sua carne tenera e particolarmente gustosa.

Ingredienti per 4 persone :
  • 280 gr di riso superfino carnaroli
  • 400 gr di canestrelli
  • 75 ml. di vino bianco secco
  • 900 ml. di brodo vegetale
  • uno spicchio di aglio
  • un ciuffo di scarola
  • un ciuffetto di radicchio rosso di Treviso
  • 1 piccola foglia di alloro
  • prezzemolo q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • olio extra vergine di oliva Bonomo- Azienda Agricola Biologica

Procedimento : pulire i canestrelli togliendo la parte nera e la membrana lunga, lavarli bene in acqua fredda stando facendo attenzione ad eliminare ogni residuo di sabbia.

Soffriggere in una casseruola l’aglio in camicia con la foglia di alloro e poco prezzemolo tritato grossolanamente, aggiungete i canestrelli e rosolarli per un paio di minuti . Mettere da parte il condimento , tritate grossolanamente 1/3 dei canestrelli , gli altri lasciateli interi . Eliminate lo spicchio d'aglio e la foglia di alloro.

In una casseruola versate 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva e tostate il riso. Quando il riso arriva alla giusta tostatura assumendo un colore lucido, bagnate con il vino bianco. Una volta sfumato il vino, continuate la cottura aggiungendo il brodo vegetale un po’ alla volta; a 5 minuti al termine della cottura del riso, aggiungete i canestrelli interi e di seguito quelli tritati precedentemente messi da parte  mantecando l’insieme con un po’ del fondo di cottura filtrato e un filo di olio extra vergine di oliva.

Eventualmente regolate di sale , aggiungete una macinata di pepe nero .

Servite il piatto con una decorazione di ciuffetti di scarola e un ciuffetto di radicchio rosso di Treviso

Vino consigliato:



Spumante Ribolla Gialla "Pertè" Castello di Spessa


Share:

martedì 3 dicembre 2019

Insalata mista con tonno e fagioli cannellini



Oggi vi presento un piatto molto semplice da realizzare , ispirato al classico tonno e fagioli che si consuma spesso in estate . Si tratta di un'insalata mista , abbinata a dei cannellini serviti caldi , del tonno sott'olio di ottima qualità e il tutto condito con a vinaigrette agli agrumi . Il piatto è stato servito con delle fette di pane nero ai cereali servito caldo e croccante . Questo piatto è per me e per mio marito un vero comfort food.
Ingredienti per 3 persone :

1 vasetto di tonno alalunga a filetti in olio di oliva Tenuta Morgante 
100 gr. di fagioli cannellini
70 gr. di insalata mista ( radicchio di Treviso precoce , scarola e valeriana )

Per la vinaigrette agli agrumi :

½ cucchiaino di scorza di limone bio grattugiata
½ cucchiaino di scorza di arancia bio grattugiata
½ cucchiaino di senape dolce
2 cucchiai di succo di arancia
1 cucchiai di succo di limone
 sale marino alle erbe biologiche di Sicilia – Salatura per pesce Bonomo-Azienda Agricola Biologica  q.b.
qualche goccia di olio al peperoncino Bio Bonomo-Azienda AgricolaBiologica
5 cucchiai di olio extra vergine di oliva Bonomo- Azienda Agricola Biologica


Ingredienti: tonno Alalunga (bianco), olio di oliva, sale. 
Selezionati filetti di Tonno Alalunga “Tonno Bianco” conservati in olio di oliva: prodotto pregiato e dal gusto unico. 
Il Tonno Alalunga è la più alta gamma di tonno, che differisce principalmente per il suo squisito sapore, consistenza morbida e tono bianco. La pesca del Tonno Alalunga viene effettuata durante i mesi estivi nel Mar Mediterraneo utilizzando metodi di pesca tradizionali e selettivi. Ideale per insalate, primi piatti dai profumi mediterranei e sfiziosi panini.
E' un tonno sott'olio di altissimo livello , assolutamente il più buono che ho provato, favoloso anche semplicmente con il pane .

Procedimento : mettere in ammollo in abbondante acqua i fagioli cannellini per 12 ore . Trascorso questo lasso di tempo sciacquateli bene sotto l'acqua corrente e trasferiteli in una pentola con abbondante acqua fredda e una foglia di alloro ,fateli cuocere con il coperchio a fuoco dolce per 45-50 minuti . I fagioli dovranno risultare morbidi ma ancora interi . Scolateli e manteneteli al caldo . Volendo si possono usare anche i cannellini in scatola , in questo caso dopo averli scolati andranno scaldati .

Per la vinaigrette : versare in una piccola ciotola la scorza grattugiata e il succo degli agrumi, la senape e  un pizzico di salatura per pesce alle erbe bio di Sicilia . Battere con un frustino, facendo scendere l'olio a filo fino ad ottenere un'emulsione, infine aggiunger l'olio al peperoncino , mescolate poche secondi con la frusta , coprite e conservate in frigo. Questa vinaigrette puo' essere preparata in anticipo ed è ideale per condire oltre a questo tipo di insalata anche insalate miste con carne o pesce bollito e insalata miste arricchite da frutta fresca . 

Sgocciolare il tonno dall'olio di governo . Tritare grossolanamente un filetto di tonno e porre un velo di questo trito sul fondo dei piatti .

Presentazione : disporre sopra al velo di tonno i fagioli cannellini caldi , l'insalata mista e al centro i filetti di tonno . 
Ho condito l'insalata con un filo di vinaigrette , e l'ho servita assieme ad una ciotolina con la vinaigrette , in modo che ogni commensale potesse dosarla a proprio piacimento .

Vino consigliato :  Traminer aromatico dell'Alto Adige .



Share:

domenica 24 novembre 2019

Sognando il Giappone : la mia intervista su Rolling Pandas



Qualche giorno fa sono stata intervistata dal team di Rolling Pandas , la piattaforma digitale di viaggi organizzati dove gli utenti possono cercare, scegliere e prenotare il loro viaggio ideale direttamente online.
E' stato piacevole e stimolante potermi raccontare ; parlare di me , del mio blog e di come cerco di far coincidere le mie passioni con i miei problemi di salute .

Rolling Pandas è una piattaforma che aggrega tour organizzati in tutto il mondo nata dall’idea di un giovane viaggiatore : Andrea Spaggiari .

Il procedimento è molto semplice: l’utente si collega al sito (www.rollingpandas.it) e sceglie il proprio viaggio, lasciandosi ispirare dall’elenco destinazioni o da una tipologia di viaggio ben precisa. Il viaggiatore dispone inoltre del supporto da parte del team di Rolling Pandas, pronto ad intervenire in caso di qualsiasi necessità, dalla fase di prenotazione, alla partenza.

In parole semplici , questo sito tutto italiano è un travel marketplace che sta rivoluzionado il mondo dei viaggi .

Nell'intervista parlo anche delle mete che desidererei visitare, in primis del Giappone un  paese fra cultura millenaria e modernità e con una cucina ricca, raffinata e  vera fonte di ispirazione per me .

Nel sito trovate : La guida ufficiale dei Pandas per il Giappone.

In questa guida i Pandas hanno raccolto tutte le info che servono per pianificare un viaggio nella terra nipponica. Una guida davvero molto valida .

( foto rolling Pandas )

Trovate la mia intervista pubblicata nel sito di Rolling Pandas cliccando su questo link :

Racconti in valigia: Sognando il Giappone

Buona lettura e buona domenica .



Share:

domenica 17 novembre 2019

Piadina con finocchi , salame piacentino Dop , olive nere e pomodorini




La ricetta che vi presento oggi diciamo che è una versione semplificata  e veloce della classica piadina romagnola, ideata per accontentare gli amici di mio marito che la adorano . L'ho farcita con dei finocchi , fettine di salame sottili , olive nere e pomodorini e l'ho presentata come una pizza.

Ingredienti per 4 persone :

200 g di farina bio di grano 00
80 ml di acqua 
2 cucchiai di olio extravergine di oliva  Bonomo -Azienda Agricola Biologica
un pizzico di sale
1 finocchio
20 fette sottili di salame piacentino Dop “il Principe” Salumificio La Rocca
16 olive nere
 4 pomodorini
sale q.b.
pepe nero q.b.
olio extra vergine di oliva Bonomo- Azienda Agricola Biologica

Procedimento : pulite e mondate le verdure , affettate il finocchio e tagliate in 4 parti i pomodorini , condite il finocchio con sale , pepe e un filo di olio extra vergine di oliva .
Mescolate e tenete da parte .

Sul piano di lavoro versare la farina a fontana, fate un foro al centro e versateci l'olio e il sale . Iniziate ad impastare, aggiungendo man mano l’acqua, fino ad ottenere una pallina omogenea e morbida . A questo punto potete stenderla col matterello, della dimensione della padella designata in cui la inserirete, abbastanza sottile . Io ho usato una padella antiaderente del diametro di 22 cm , anche se sarebbe preferibile usare il testo , che che dalle mie parti io non riesco a reperire. 
Per ottenere una forma adeguata alla vostra padella vi consiglio di disegnare su un foglio di carta forno un cerchio della dimensione della vostra padella , e di realizzare delle piadine leggermente più piccole di questa dimensione . 

Mettete la padella sul fuoco deve essere ben calda , abbassate leggermente la fiamma e cuocete le piadine facendo attenzione a non bruciarle , girandole più volte .

Appena pronte farcite le piadine-pizza con il finocchio condito , le fette di salame , le olive nere e i pomodorini . Servitele subito quando sono calde a fragranti ; ogni commensale deciderà se mangiarle come una pizza , oppure piegarle a metà come una piadina .

Video della settimana :





Share:

giovedì 7 novembre 2019

Filetto di vitello con lenticchie gialle decorticate




Sto iniziando a pensare ai piatti da realizzare per le prossime feste di Natale e certamente il filetto di vitello non può mancare in queste occasioni , ma come abbinarlo per non realizzare sempre il solito filetto ? Quando ho visto queste lenticchie gialle decorticate mi si ' accesa la cosidetta lampadina . E perché non dare un 'impronta orientale al classico filetto di vitello ?
Le lenticchie gialle decorticate sono un legume originario dell'India , ricchissimo di proteine, sono molto apprezzate anche in tutto l'oriente ; e in più hanno il pregio di avere una cottura breve.

Le lenticchie gialle decorticate che ho usato per questa ricetta sono prodotte in Italia e provengono da una filiera italiana biologica controllata.

Ingredienti per 4 persone :

4 filetti di vitello
160 gr. di lenticchie secche gialle decorticate bio
1 spicchio d'aglio
1 fetta di pancetta piacentina Dop La Castellana Salumificio La Rocca 
500 ml. di brodo vegetale
insaporitore per carni arrosto e ai ferri Ariosto q.b.
½ cipollotto
un pizzico di peperoncini piccanti macinati di Calabria Tenuta Morgante 
1 foglia di alloro
olio extra vergine di oliva Bonomo- Azienda Agricola Biologica

Procedimento : lavare con cura le lenticchie gialle decorticate in una bacinella e risciacquare fino a quando l’acqua sarà limpida. 

Preparate un fondo con il cipollotto e la pancetta tritati , rosolare il tutto, aggiungere le lenticchie e un pizzico di peperoncino piccante, tostare il composto e portare a cottura , aggiungendo brodo vegetale quando necessario , come se fosse un risotto. Le lenticchie devono rimanere al dente  . 
Assaggiare e regolare di sale . 
Questo tipo di lenticchie hanno una cottura rapida , circa 10 minuti . Evitare di cuocerle a lungo per gustarle al meglio . Coprire e tenere da parte. 

Scaldare su fiamma viva una padella antiaderente ; mentre si sta scaldando unire un filo di olio extra vergine di oliva e poi asciugarlo con carta cucina . Quando la padella sarà ben calda inserite  i filetti di vitello , lasciateli cuocere per 2-3 minuti a fiamma alta poi giratele , conditele l'insaporitore per carni e quindi fate cuocere l'altro lato sempre per 2-3 minuti . Valutate lo stato di cottura ed eventualmente proseguite per un altro minuto . Salate anche questo lato con un pizzico di insaporitore per carni.  Terminata la cottura mettere la carne in un piatto e coprire con carta alluminio. Lasciarla riposare per un paio di minuti per permettere ai succhi che sono concentrati al centro del filetto di ridistribuirsi contribuendo a rendere la carne morbida in modo uniforme .  Eliminate lo spago dai filetti di vitello . 

Presentazione : stendere sul piatto un piccolo mestolo di lenticchie gialle calde ( come per un risotto ) depositare al centro il filetto di vitello, terminare il piatto con un filo di olio extra vergine di oliva. Decorare a piacere con erbe e fiori freschi . 

Vino consigliato :


Cabernet Sauvignon della linea i Ferretti di Tenuta Luisa

Video della settimana :





Share:
Blogger Template Created by pipdig