giovedì 10 marzo 2022

Cannerone con la renga , patate e pomodori datterini semisecchi

 

 

Il mercoledì delle ceneri, che è anche il primo giorno di Quaresima, su tutte le tavole venete continua da secoli la tradizione “la renga “ ( aringa ).

L’aringa è un pesce lungo circa 30 cm, che vive nelle acque fredde dell’Atlantico settentrionale e dell’Oceano Artico. E’ l’esemplare femmina, mentre il maschio, lo scopeton, e’ meno pregiato e ricercato. L’aringa partita dai Mari del Nord, passando da Venezia,  arrivò nell’entroterra  prendendo il nome in  dialetto “renga”. E' un pesce povero e conservato sotto sale . Questo pesce semplice  si è subito rivelata adatta alle esigenze delle tavole contadine venete , soprattutto in tempo di Quaresima: era un cibo povero ma nutriente e facile da conservare .

A Concordia Sagittaria ( Ve ) , è molto sentita questa tradizione ; tutti gli anni si celebra una grande festa a cui è abbinato un importante concorso culinario . Ovviamente è presente anche la Confraternita della renga .

Dissalare l'aringa è un procedimento pittoosto lungo ( 2 giorni ) ; io per mantenere la tradizione ho acquistato dei filetti di aringa già dissalati , affumicati  e conservati sott'olio e con questi ho realizzato una deliziosa pasta .

Ingredienti per 4 persone :

280 gr. di cannerone Pasta Armando

3 filetti di aringa affumicata sott'olio 

1 patata di medie dimensioni 

1 cucchiaio di pomodori datterni semisecchi sott'olio 

1 foglia di alloro 

erbe aromatiche fresche ( io prezzemolo ed erba cipollina ) 

olio extra vergine di oliva Bonomo Azienda Agricola Biologica 

 

Procedimento : eliminare la pelle alle aringhe affumicate sott'olio , poi tagliarle a tocchetti . Porre sul fuoco un tegamino con abbondante olio extra vergine di oliva e far stemperare i tocchetti di aringa a fuoco dolce . Aggiungere poi i datterini semisecchi e un poco di prezzemolo tritato, mescolare , spegnere il fuoco e tenere da parte.

Sbucciare la patata , lavarla e poi tagliarla a tocchetti .

Porre sul fuoco un tegame con abbondante acqua non salata ( per i miei gusti data la sapidità dell'aringa io ho preferito non salare l'acqua , ma ovviamente dipende dal gusto personale ) , quando l'acqua giunge a bollore versare i cubetti diu patate e la foglia  di alloro e far cuocere per 5 minuti. 

A questo punto versare la pasta , fatela cuocere , scolatela al dente, e fatela saltare nel sugo appena preparato . Decorate a piacere con erbe aromatiche fresche. Servire subito .

 

 Vino consigliato .



 Muller Thurgau Luvit&Lumoè


Share:

16 commenti

  1. Buono buono questo primo piatto con l'aringa, devo proprio provare a rifarlo a casa

    RispondiElimina
  2. che gran capolavoro un piatto bello da vedere e chissa' che buono da mangiare

    RispondiElimina
  3. Ma ottima questa ricetta tra l'altro mi piace il formato di pasta che hai scelto

    RispondiElimina
  4. mai mangiati ma hanno prorpio un aspetto molto invitante

    RispondiElimina
  5. Caspita, sei davvero bravissima; io non ho mai neppure assaggiato un'aringa e non saprei capire se l'ho cucinata bene oppure no.

    RispondiElimina
  6. Le aringhe affumicate dorate come tipo mi piacciono molto, purtroppo solo a me. Questo piatto mi attira lo farò per me. Buona serata

    RispondiElimina
  7. Non ho mai assaggiato le aringhe, sarei davvero curiosa di assaggiare questo primo. Ha tutta l'aria di essere molto gustoso. Salvo la ricetta. Un abbraccio cara, buon fine settimana

    RispondiElimina
  8. Non conosco il sapore dell'aringa, l'aspetto del vostro piatto è favoloso!

    RispondiElimina
  9. Un piatto di pasta che è un vero sogno!

    RispondiElimina
  10. Ciao ti rubo la ricetta, ho comprato questi maccheroni stasera, deve essere buonissimo così

    RispondiElimina
  11. Nonostante l'aringa abbia un sapore molto forte e deciso a me piace tanto. Proverò questa ricetta che consigli.

    RispondiElimina
  12. Un piatto bello da vedere e tanto gustoso.

    RispondiElimina
  13. Incantevole questo piatto, mi immagino la bontà!!!

    RispondiElimina
  14. Un' ottima ricetta per portare l'aringa in un primo piatto di pasta, molto interessante :-)

    RispondiElimina
  15. Piatto strepitoso,come i tuoi impiattamenti,complimenti sei bravissima Daniela,un bacione.

    RispondiElimina

Ti ricordo che pubblicando un commento ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Prima di commentare consulta la PRIVACY POLICY per ulteriori informazioni.

Blogger Template Created by pipdig