domenica 26 aprile 2015

La festa del bocolo : risotto con scampi, petali di rosa e prosecco



Venezia è una città ricca di fascino, storia e tradizioni , possiede tutta una serie di ricorrenze e tradizioni locali. 
Il 25 aprile , in tutta Italia si celebra la liberazione dal dominio nazifascista, ma per Venezia è anche la festa del santo patrono, San Marco, e anche la festa del bocolo. Infatti in questa data è usanza comune che ogni uomo doni un bocciolo di rosa rossa , alla propria amata come pegno del loro amore. Questa usanza è molto conosciuta anche nell’entroterra veneziano e si festeggia anche nel mio paese. 
Molte sono leggende legate a questa festa, io vi racconto quella più accreditata. La leggenda del bocolo risale ai tempi del Doge Orso I Partecipazio , 14° Doge della Serenissima (864-881), la cui figlia Maria divenne la protagonista femminile. Maria , soprannominata Vulcana, si innamorò di un trovatore, Tancredi, ma le umili origini dell’amato non permettevano ai due di coronare il loro segno d’amore. Allora Vulcana suggerì a Tancredi di partire per combattere contro gli infedeli, con la speranza che tornasse glorioso e famoso. Tancredi partì e ben presto le notizie delle sue gloriose imprese si diffusero in tutti i territori cristiani fino ad arrivare a Venezia, che ormai aspettava il ritorno del giovane in patria per accoglierlo con tutti gli onori riservati agli eroi. 
 Ma un brutto giorno Tancredi perì in battaglia e si accasciò su un rosaio di rose bianche, macchiando con il proprio sangue un boccolo di rosa. Privo ormai di forze riuscì a consegnare il fiore al fidato amico Orlando , che lo portò a Vulcana. Straziata dal dolore, la giovane si ritirò nelle sue stanze : la mattina seguente venne trovata morta con il boccolo di rosa posato sul cuore.
Era il 25 aprile, giorno in cui a Venezia si festeggia San Marco. 
 Si dice che da questa leggenda derivi la festa del bocolo e cioè l'usanza comune che in questo giorno ogni uomo doni alla sua amata un bocciolo di rosa rossa.
 
Attorno alla festa del bocolo si sono sviluppate col tempo numerose manifestazioni collaterali, infatti molto famosa nella mia zona e : Il Ballo della rosa . Ma non solo , in molto ricettari antichi e anche recenti, potete trovare ricette ideate per questa occasione , ed ora vi presento la ricetta che io ho realizzato per la festa del bocolo: 

Risotto con scampi, petali di rosa e prosecco


Ingredienti per 2 persone :
140 gr. di riso carnaroli
7 scampi
1 bocciolo di rosa rossa non trattata con petali carnosi
100 ml. di prosecco
1 spicchio d'aglio
1 foglia di alloro
 2 steli di prezzemolo
70 gr. di burro 500 ml. di brodo vegetale
sale fino
 pepe nero
olio extra vergine di oliva Bonomo

Procedimento , iniziamo col preparare il burro aromatizzato alla rose : lavare ed asciugare con cura i petali di rosa poi tagliarli a striscioline ( per 2 persone ho usato 7 petali di rosa ). 
Sciogliere il burro a bagnomaria , lasciarlo intiepidire , poi inserite i petali di rosa tritati, mescolate delicatamente con un cucchiaio e tenete da parte. 
 Lavare con cura gli scampi, praticare con una forbice un taglio sulla pancia in senso orizzontale ed eliminare il budellino. 
 Porre sul fuoco una risottiera con tre cucchiai di olio extra vergne di oliva, aggiungere lo spicchio d'aglio e la foglia di alloro e farli colorire , quindi aggiungere gli scampi e farli rosolare per 1 minuto a fuoco alto, quindi toglierli dalla risottiera e spegnere il fuoco. 
Togliere la testa e il carapace , tenerne due interi , gli altri tagliarli a tocchetti, Porre i gamberi in una ciotola , condirli con un trito di prezzemolo , olio, sale e pepe , coprire il recipiente e tenere da parte. 

Porre la risottiera sul fuoco e quando l'olio è caldo aggiungere il riso e farlo tostare , poi sfumare con il prosecco, una evaporato il vino aggiungere gradualmente il brodo vegetale e portare il riso a cottura mesclando spesso.
 A fuoco spento aggiungere i tocchetti di scampi e il burro aromatizzato alle rose , mescolare bene per far mantecare il risotto, lasciar riposare il riso due minuti prima di servirlo.
 Servire il risotto con una coda di scampo e un ciuffetto di germogli di alloro.

Vino consigliato: Prosecco di Valdobbiadene IGP








Share:

37 commenti

  1. non ho mai provato i fiori in cucina, ma il tuo piatto è così delicato che lo gusterei con molto piacere. Bellissima e raffinata la presentazione. Buona giornata.

    RispondiElimina
  2. lo so che sono ripetitiva ma che ci posso fare se le tue ricette e presentazioni mi lasciano ogni volta incantata? un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questa festa tradizionale, bella! Come sempre è bello e buono il tuo piatto.

    RispondiElimina
  4. Sempre bello conoscere le tradizioni della nostra meravigliosa Italia, grazie!!!
    Il piatto è splendido come sempre!!!
    Un bacione grande!!

    RispondiElimina
  5. un abbinamento davvero particolare per questo risotto, mi piacerebbe provarlo, deve essere buono e delicato

    RispondiElimina
  6. che delizia questo risotto, sai mi piace molto la presentazione e poi sembra buonissimo

    RispondiElimina
  7. questo risotto profumatissimo lo assaggerei molto volentieri!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. un aspetto delicato e invitante il tuo piatto, sarà una vera delizia. complimenti!

    RispondiElimina
  9. io con le rose ho assaggiato solo gelatina e marmellata...chissà com'è il risotto!

    RispondiElimina
  10. mi hai dato una super idea, la gelatina di rose poi ce l'ho e dovevo solo trovare il modo di usarla

    RispondiElimina
  11. una grande bella storia non la conoscevo, un risotto molto delicato

    RispondiElimina
  12. Mi piace quando la cucina incontra la storia, quando i piatti proposti parlano di tradizioni, racconti, aneddoti. E tu oggi ci proponi qualcosa di davvero irresistibile. Un vero incanto. Bravissima Daniela.

    RispondiElimina
  13. Anche da noi il 25 aprile si festeggia San Marco, avendo marito e figlio con questo nome. Bellissima la storia del "bocolo" e perfettamente a tema il tuo risotto.

    RispondiElimina
  14. il tuo piatto è una vera delizia, adoro in assoluto i piatti che rispecchiano le vecchie tradizioni!

    RispondiElimina
  15. fantastica ricetta e presentazione complimenti sei bravissima

    RispondiElimina
  16. Un piatto elegante e poetico. Che meraviglia! Un bacio

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia questo risotto,mi tenti tantissimo e ti copierò la ricetta, voglio assolutamente provarlo ^^

    RispondiElimina
  18. un piatto meraviglioso come sempre in cucina nessuna è brava come te complimenti

    RispondiElimina
  19. Una preparazione veramente sublime, un piatto che si presenta da solo, il riso si scioglie in bocca

    RispondiElimina
  20. che aspetto elegante e chissà che profumi deliziosi avrà questo risotto con scampi! Bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  21. Bellissimo il tuo risotto buono da mangiare e bello da vedere sarei curiosa di provare i i fiori in cucina

    RispondiElimina
  22. non ho mai assaggiato un risotto con i petali di rosa ma questo ha un aria cosi' invitante che vorrei poter essere li con una forchetta! complimenti!

    RispondiElimina
  23. Buona sera, questa ricetta mi stuzzica parecchio e me la sono copiata grazie

    RispondiElimina
  24. che meraviglia che sono le tue ricette!! le adoro! questa nuova del risotto con l'aggiunta di petali di rosa mi sembra fantastica, mai vista e sentita ma è davvero interessante

    RispondiElimina
  25. Adoro le ricette che pubblichi e questa con scampi e petali di rosa mi intriga tantissimo, nch'io amo usare nelle mie ricette fiori alimentari.

    RispondiElimina
  26. una ricetta deliziosa e fantastica da pappare ai 4 palmenti, prima o poi mi devi invitare a pranzo^^

    RispondiElimina
  27. le tue ricette sono davvero belle, semplici, gustose ed invitanti, complimenti anche alle foto molto ma molto belle

    RispondiElimina
  28. Un risottino a dir poco intrigante e delizioso cara.. :PP
    Bacioni

    RispondiElimina
  29. le tue presentazioni mi lasciano sempre affascinata, che buon risotto !

    RispondiElimina
  30. Adoro i piatti che hanno una storia da raccontare, il tuo è perfettamente in tema...bello , delicato e molto chic!
    Ottimo l'abbinamento con il prosecco!
    Bravissima!!!
    Un abbraccio e felice settimana!
    Laura♡♡♡

    RispondiElimina
  31. Da quando sono arrivata a Venezia tutti gli anni mi arriva. Quest'anno me lo ha dato il mio piccolo dopo l'infiltrazione al ginocchio (un bel modo per farmi passare per un istante i dolori!!!!).
    Molto bello il tuo risotto, devo ricordarmelo!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  32. Che bella tradizione... un bocciolo di rosa lo si accetta sempre molto volentieri.
    E altrettanto volentieri ci si gusta questo splendido risotto.

    RispondiElimina
  33. Raffinato e delizioso questo tuo risotto, come sempre cara sei unica!!!!

    RispondiElimina
  34. Dani io mi auto invito a cena !!!

    RispondiElimina
  35. Bellissimo post, non conoscevo questa festa e complimenti per il tuo piatto!

    RispondiElimina
  36. Bellissimo post, non conoscevo questa festa e complimenti per il tuo piatto!

    RispondiElimina

Blogger Template Created by pipdig