lunedì 30 maggio 2016

Coppa Piacentina DOP in bellavista , con burrata , asparagi e pasta Kataifi



L'estate sta per arrivare, iniziano le serate in terrazza in compagnia degli amici ed io sono sempre alla ricerca di nuove idee e ricette per stupire i miei ospiti.
Ho aperto il mio frigorifero, osservato il suo contenuto e dato libero sfogo alla mia fantasia .
Cercavo una ricetta semplice  , ma non banale : la giusta combinazione per valorizzare gli ingredienti di qualità  a mia disposizione.
Ho pensato di abbinare alla regina del piatto : " la coppa piacentina DOP del salumificio La Rocca "
( qui presente in 2 consistenze ) un pesto ricco agli asparagi verdi, una piccola burrata e delle punte di asparago bianco cotte a vapore e condite con del burro al tartufo. Per dare fragranza al piatto ho aggiunto un tocco di pasta kataifi. 
 Questa ricetta può essere presentata come un prezioso antipasto ( ovviamente vanno diminuite le quantità ) , oppure come un piatto unico, ideale per una serata da passare con gli amici, abbinata ad un buon bicchiere di vino ; io ve lo presento appunto in questa veste.

La pasta kataifi, anche detta kadaif, knafeh, kataifi, konafa, konafah, è una preparazione a base di farina ed acqua, ingrediente tipico della cucina greca e medio orientale. Si tratta di pasta fillo tagliata in fili sottilissimi che rende i piatti croccanti e saporiti. È alla base di molte ricette dolci della Turchia e Grecia, come il noto dessert greco che porta lo stesso nome ( da Alimentipedia) .
Oggi questa pasta è utilizzata anche nelle ricette salate per conferire fragranza e un gusto particolare ai piatti.
 Ingredienti per 4 persone

27 fette di coppa piacentina DOP Salumificio La Rocca affettate sottili
4 piccole burrate artigianali pugliesi da 100 gr.
240 gr. di asparagi verdi già puliti
16 punte di asparagi bianchi di Badoere IGP
30 gr. di burro al tartufo bianco Grazioli Tartufi
2 steli di erba cipollina
un cucchiaio di mandorle
2 cucchiai di pecorino grattugiato
pasta kataifi q.b.
1 fiore di erba cipollina
sale fino q.b.
pepe nero q.b.
olio extra vergine di oliva Bonomo
 
Procedimento:
iniziamo col preparare il pesto ricco agli asparagi. Affettate a rondelle gli asparagi verdi, tenete da parte le punte. Scaldate un tegame antiaderente con un filo di olio extra vergine di oliva, aggiungete gli asparagi verdi affettati e fate cuocere per 7 minuti a fuoco alto, mescolando spesso. Spegnete il.fuoco . Inserite il tutto nel boccale del frullatore, assieme alle punte di asparagi, le lamelle di mandorle, il pecorino grattugiato  e l'erba cipollina tritata finemente. . Frullate il tutto , al termine regolate di sale e pepe .
Tagliare la coppa piacentina a striscioline  . Porre sul fuoco una padella antiaderente , quando questa è ben calda versare le striscioline di coppa piacentina, e,  quando la coppa diviene croccante, scolarla su carta assorbente .
Cuocere gli asparagi bianchi a vapore, scolateli quindi fateli saltare velocemente in una padella antiaderente con il burro al tartufo . Al termine regolate di sale. 

Realizzare con la pasta kataifi 4 piccoli nidi . Foderare una pirofila con carta forno, inserire con delicatezza i nidi di pasta kataifi, spennellarli con un filo di olio extra vergine di oliva e farli cuocerei n forno già caldo a 180° per 12 minuti circa, affinché assumano un bel colore dorato.

Composizione del piatto :
stendere al centro del piatto  in forma circolare ( cercare di far coindidere il diametro del pesto con quello della burrata ) , un cucchiaio di pesto ricco agli asparagi , distribuire sopra alcune briciole croccanti di coppa piacentina DOP. Stendere a raggiera 6 fette di coppa piacentina DOP , quindi inserire al centro del piatto la piccola burrata e sopra di essa il nido croccante di pasta kataifi . Terminare il piatto con 4 punte di asparago bianco al tartufo.
 Decorare intorno con dei fiori freschi di erba cipollina . 

Come pane consiglio di abbinare questo piatto a due tipi di pane : il pane toscano e il pane ai 5 cereali servito tiepido.

Ho abbinato a questo piatto un Prosecco EXTRA DRY MILLESIMATO DOC De Giusti


La versione extra dry , orgoglio dell’azienda De Giusti  Prosecco presenta un color giallo paglierino. Sono vivi tutti i sentori della frutta come mela verde, pera e agrumi. Presenta acidità fresca e sul finale un delicato sapore esotico di ananas . 
Servito a 8-10 gradi è l’ideale al momento dell’aperitivo oppure legumi, piatti a base di carne bianca e formaggi freschi; ottimo anche da abbinare a salumi di un certo spessore.

Con questa ricetta partecipo al contest del Salumificio La Rocca "Fantasia in cucina con i salumi La Rocca"




Share:

52 commenti

  1. Que rico para una cena estupenda. Un beso

    recetas de una gatita enamorada

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie NIKICHAN ZAFEIRY . Un abbraccio, Daniela.

      Elimina
  2. piatto presentato con molta classe, complimenti Daniela, un bacione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Chiara. Un abbraccio, Daniela.

      Elimina
  3. Bel piatto! Ottima presentazione! Riproporrò anche io sulla mia tavola! 😄👍🏻

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie MissMe , fammi sapere cosa ne pensano i tuoi ospiti. Un saluto, Daniela.

      Elimina
  4. Mi piace molto la presentazione, chissà com'è buono!! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eleonora. Un saluto, Daniela.

      Elimina
  5. adoro la pasta kataifi! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Silvia , la pasta kataifi è perfetta per dare gusto e fragranza ai piatti sia dolci che salati . Un abbraccio, Daniela.

      Elimina
  6. Che bontà devono essere prodotti squisiti, adoro la Coppa! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabrizia . Un saluto, Daniela.

      Elimina
  7. l'impiattamento è spettacolare..anche il gusto lo è per certo!

    RispondiElimina
  8. che bel piatto!!! =) complimenti Daniele! farebbe un figurone durante una cena con amici! devo provarla

    RispondiElimina
  9. mi piace moltissimo la coppa come salume e poi il piatto è un'opera d'arte culinaria :D

    RispondiElimina
  10. Una splendida presentazione... come sempre bravissima Daniela!!!!

    RispondiElimina
  11. Questo piatto è un quadro! Un peccato mangiarlo anche se mi sa tanto di grande bontà! :)

    RispondiElimina
  12. non conoscevo la pasta kataifi, devo provarla! anche nella semplicità hai realizzato un piatto spettacolare, complimenti!

    RispondiElimina
  13. Questa ricetta oltre ad essere gustosa è davvero bella da presentare :D

    RispondiElimina
  14. Che presentazione meravigliosa Daniela :-) C'è aria di primavera e spensieratezza nel tuo piatto..e poi, diciamocelo, è anche golosissimo :-P

    RispondiElimina
  15. La mia dolcissima artista! Una farfalla splendida in questo piatto! :D <3 Fa sognare, prima ancora di appagare i sensi. Ti abbraccio con affetto vero.. sei una persona meravigliosa Dany.. davvero. TVB

    RispondiElimina
  16. Che piatto fantastico, voglio assaggiare anch'io la coppata :)

    RispondiElimina
  17. mi piace un sacco come l'hai valorizzata impiattandola!! baci

    RispondiElimina
  18. Ma tu guarda che bontà...una vera delizia per il palato!!!

    RispondiElimina
  19. Complimenti ottima ricetta, assolutamente da provare, in bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
  20. Ma che bontà! Amo i salumi e li hai presentati davvero bene!!poi con un prosecco.. Ottimo abbinamento!

    RispondiElimina
  21. I sapori vengono esaltati, così come gli aromi. La presentazione poi è impeccabile.

    RispondiElimina
  22. wow ma sei bravissima, una presentazione degna di ogni chef...complimenti!! cmq sicuramente la riproporrò in qualche cena ;)

    RispondiElimina
  23. Complimenti hai realizzato un ottimo antipasto,in bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  24. Anche se non amo i salumi, devo ammettere che la presentazione del piatto é favolosa.

    RispondiElimina
  25. Un piatto semplicemente stupendo, hai saputo coniugare ad arte ottimi ingredienti, una ricetta gustosa ed un'estetica notevole, brava :-)

    RispondiElimina
  26. Mamma mia... ho già l'acquolina in bocca... Daniela, anche io mi aggiungo ai complimenti e poi i piatti semplici sono sempre quelli che preferisco se le materie prime sono di alta qualità :) Incrocio le dita per il contest

    RispondiElimina
  27. amo i salumi devo provare anche questa coppa perche' è uno dei nostri salumi preferiti

    RispondiElimina
  28. Che bontà. Un'idea semplice ma elegante per le cene estive anche in compagnia. Adoro i salumi emiliani.

    RispondiElimina
  29. Sembra un piatto semplice ma è elegante e ben presentato. ottimi gli ingredienti utilizzati

    RispondiElimina
  30. Che bello quest'antipasto, davvero ben impiattato

    RispondiElimina
  31. Che bel piatto. Davvero invitante. Complimenti!

    RispondiElimina
  32. Davvero delizioso e, come sempre, ben presentato! Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. uno spuntino davvero delizioso a cui proprio non saprei resistere!!!

    RispondiElimina
  34. la tua classe non si smentisce mai con piatti che sembrano quadri d'autore :) un abbraccio, buona serata

    RispondiElimina
  35. Che piatto meraviglioso, lo vorrei qui ora! Buona serata :)

    RispondiElimina
  36. Complimenti per la tua bellissima opera d'arte! La ricetta mi pare adatta per i giorni di caldo in cui molto volentieri si tendono a mangiare cose fredde.

    RispondiElimina
  37. ha un aspetto meraviglioso questa coppa, mi piace la presentazione di questo piatto, deve essere buonissimo

    RispondiElimina
  38. Assolutamente da riproporre sulla mia tavola!

    RispondiElimina
  39. Un piatto incantevole, delizia per occhi e palato!!
    Un bacione cara e complimenti!

    RispondiElimina
  40. Un piatto che è un piacere per gli occhi e per la gola

    RispondiElimina

Blogger Template Created by pipdig