mercoledì 7 marzo 2018

Mais rosso di San Martino con petto d'oca affumicato, zucchine sott'olio e formadi frant all’arancia candita e mandorle



La ricetta che vi presento oggi è un'antipasto, realizzato con il mais rosso di San Martino , prodotto che ho scoperto grazie a mia sorella bravissima cuoca e autentica food lover .

Ingredienti per 4 persone :
220 gr. di mais rosso di San Martino
1 litro di acqua
1 vasetto di zucchine sott'olio Azienda Agricola  Cesare Bertoia
4 fette di petto d'oca affumicato
50 gr. formaggio formadi frant all’arancia candita e mandorle ( vedi qui )
sale q.b.
olio extra vergine di oliva Bonomo

L'azienda agricola Bertoia raccoglie i piccoli frutti di zucchina di circa 7/8 cm ancora con il fiore e subito dopo vengono lavorati . Questo procedimento permette di avere un prodotto dal sapore ricco ed intenso.  Le zucchine sott’olio si prestano bene per molte preparazioni, come aperitivo, come contorno o accompagnate ad una selezione di formaggi.



Il mais rosso di San Martino è una varietà tradizionale rara, di recente riportata alla purezza originaria grazie alla selezione realizzata da un’azienda agricola di Noventa di Piave, che ha poi condiviso il seme con altri 4-5 coltivatori locali.
Varietà di mais originaria del Friuli e conosciuta appunto col nome di mais rosso di San Martino, prendeva solitamente il nome delle campagne dove era coltivato . Nelle campagne veneziane si usava chiamarlo mais rosso Venezia , perché il suo colore bordeaux era simile alla bandiera del leone di Venezia . In alcune zone veniva chiamato anche mais rosso Piave.
Il mais rosso di San Martino prodotto dall'Azienda Agricola Celeghin è coltivato con criteri di agricoltura responsabile , macinato a pietra nel loro molino a Noventa di Piave .  Le pannocchie di mais rosso di San Martino sono lunghe, con chicchi grandi e oblunghi . 

     Foto Molino Celeghin


Anche se è stato riscoperto recentemente, il mais rosso di San Martino è già molto apprezzato dai consumatori e dai ristoranti del Veneto orientale. Ha un sapore gradevole , un po' rustico , diverso dal  mais biancoperla .Si abbina bene alle grigliate di pesce , ai salumi e ai formaggi . 

Passiamo quindi alla ricetta , iniziamo col preparare la polenta , con lo stesso procedimento usato per una polenta tradizionale ; solamente il tempo di cottura è leggermente più lungo .

Porre sul fuoco una pentola con 1 litro di acqua , portarla a bollore , aggiungere il sale grosso, quindi versare a pioggia la farina girando con la frusta affinché non si formino grumi. Abbassare la fiamma e mescolare di tanto in tanto , far cuocere per almeno 60 minuti . A fuoco spento aggiungete un filo di olio extra vergine di oliva e mescolate energicamente con una frusta.
La polenta è tanto più gradevole e digeribile quanto più a lungo la si cuoce, cosi' insegnava mia nonna .
Presentazione : porre al centro del piatto un piccolo mestolo di polenta , depositare al centro 1 fettine arrotolata di petto d'oca affumicato , intorno le zucchine sott'olio sgocciolate e terminare il piatto con delle scaglie di formaggio formadi frant all'arancia candita e mandorle .

Vino consigliato : Cabernet delle Venezie
Share:

16 commenti

  1. si scopre sempre qualcosa passando di qui, mai sentita prima questa varietà di mais. e come sempre hai realizzato un capolavoro, valorizzando al meglio questo ingrediente speciale. un abbraccio, buona festa della donna :)

    RispondiElimina
  2. Mi incuriosisce molto il mais rosso. Bella proposta! Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Come sempre Daniela, le tue ricette sono belle da vedere e buone da mangiare ^_^

    RispondiElimina
  4. Una vera gioia x gli occhi e immagino anche per il palato ^_^
    Buona serata <3

    RispondiElimina
  5. Molto interessante questa ricetta, mi stuzzica molto.

    RispondiElimina

  6. Ciao cara,come stai? :-)
    Complimenti per questa splendida e deliziosa ricetta :p e auguri <3
    quando riesci passa a trovarmi sui miei nuovi blog di cucina,ti aspetto!! :-)

    http://blog.giallozafferano.it/dolcezza/

    http://blog.giallozafferano.it/attimidisalato/

    RispondiElimina
  7. una ricetta con ingredienti eccellenti, non resta che provarla, grazie per averla condivisa ! Un bacione

    RispondiElimina
  8. non sapevo l'esistenza del mais rosso!

    RispondiElimina
  9. un piatto che non ho mai provato, non sapevo neanche che esistesse il mais rosso, ma sono proprio curiosa sembra delizioso

    RispondiElimina
  10. Non ho mai utilizzato il mais rosso,anzi se devo essere sincera non sapevo che ci fosse un prodotto di questo tipo, grazie quindi per avermelo fatto conoscere attraverso questa interessante ricetta 😉

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo questa varietà di mais, sono curiosa di provarlo, interessante il piatto che hai preparato

    RispondiElimina
  12. je ne connaissais pas le maïs rouge c'est une découverte merci pour le partage
    bonne soirée

    RispondiElimina
  13. MOlto interessante... un piatto raffinato!

    RispondiElimina
  14. un piatto raffinato complimenti!
    dimenticavo non conoscevo il mais rosso, grazie per averlo proposto 😘

    RispondiElimina
  15. Una ricetta particolarissima, impiattata con un'eleganza meravigliosa! Il mais rosso, nemmeno immaginavo l'esistenza e il formadi fran particolarissimo chissà se riuscirò mai ad assaggiarlo almeno una volta! Un bacio

    RispondiElimina
  16. Come sempre approdo qui e mi sembra di entrare nella cucina di un famoso ristorante, non conosco il mais rosso, non sapevo neanche che esistesse, ma la tua ricetta deve essere davvero molto molto buona! Piatto davvero interessante mia cara! Un bacione!

    RispondiElimina

Ti ricordo che pubblicando un commento acconsenti a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Consulta la privacy policy per ulteriori informazioni.

Blogger Template Created by pipdig