lunedì 12 febbraio 2018

Cucinare 2018 la seconda giornata e il CHARITY DAY



Grande novità di quest’anno a Fiera Cucinare è stato il CHARITY DAY ,  l’iniziativa che ha portato Pordenone Fiere a donare il ricavato dei biglietti degli show cooking della giornata di domenica 11 febbraio 2018 a ONLUS GOCNE, associazione amica dell’Area Giovani del CRO di Aviano.
Il primo show cooking di domenica scorsa è stato "Dalle Malghe al Mare" in collaborazione con Cuciniamo con...La Carnia di Veronica De Filippis. Il movimento che congiunge il mare alla montagna della Regione Friuli Venezia Giulia  e che si sta estendendo al territorio internazionale,

Le prime star a salire sul palco , sono state lo Chef Stefano Buttazzoni , cuoco dell'Osteria al Grappolo D'Oro di Colle di Arba e lo Chef Nordio Orizzonte, uno dei massimi esperti della cucina veneta dal 500’ in poi , definito da Fabrizio Nonis il Gualtiero Marchesi della laguna. Lo chef Orizzonte dopo aver gestito i migliori locali del litorale veneto e friulano , ora fa consulente al ristorante Farmacia dei Sani di Lignano.

Le due ricette sono state preparate separatamente da ogni chef e solo all’assemblaggio del piatto sono state unite assieme .

Lo chef Orizzonte ha presentato : Moscardini affogati alla gradesana
piatto preparato secondo l’antica ricetta che non prevede l’uso del pomodoro , un piatto semplice e molto saporito abbinato a della polenta bianca .

Lo chef Stefano Buttazzoni ha presentato : Nido di Carnia
piatto ispirato ad un classico della cucina povera friulana “ File e Daspe” rivisitato con una nota orientale data dalla pasta kataifi croccante , abbinato a del gelato ai fagioli di Pesaris. Nel piatto sono presenti oltre alle patate delle erbette rosse ,della brovada e della fonduta di caprino carnico :  tutti ingredienti che si combinano a perfezione e creano con i moscardini e polenta un particolare connubio di sapori e consistenze.


Vino in abbinamento : Fiano Dulcis  - Cantina Fosso degli Angeli


E’ salito poi sul palco  il 3 stelle Michelin Norbert Niederkofler Chef - Restaurant St. Hubertus - Hotel&Spa Rosa Alpina .

Uno chef con grande conoscenza delle materie prime e delle tecniche e con la grande capacità di realizzare grandi piatti partendo da materie prime semplici.
Al suo fianco Michele Lazzarini il suo Sous Chef, e Andrea Tortora suo maitre-patissier .


Lo chef ci ha proposto 2 piatti ,
un primo piatto : Capperi rape


Gnocchi di patate e rapa rossa, ripieni con rafano e panna , con riduzione di rapa rossa .

Vino in abbinamento . Ribolla gialla – Tenimenti Civa


Un dolce : canederlo di ricotta e gianduia


Un particolare canederlo preparato secondo una tecnica giapponese con all’interno una crema liquida di nocciole , servito con crema di castagne e gianduia e finti pop corn di latte ghiacciati realizzati con l'azoto liquido. Un dolce davvero superlativo , una gioia per il palato .


Vino in abbinamento: Verduzzo friulano 2015 Valentino Butussi


E’ salito quindi sul palco un altro 3 stelle Michelin lo chef Roberto Cerea del ristorante Da Vittorio Ristorante e Relais&Châteaux.


La famiglia Cerea,  diventata marchio d'eccellenza nel mondo della ristorazione e dell'accoglienza, ha uno stile culinario inconfondibile perfezionato in oltre 50 anni di ristorazione.
Lo chef ci ha presentato:
Risotto alla parmigiana con spuma di castagne e pancetta di mora romagnola


Oltre alla particolare combinazione degli ingredienti, la nota particolare di questo piatto è data da una riduzione di moscato, montata come una maionese .

Vino in abbinamento : Mezzo secolo - Canus


Lo chef Roberto Cerea ci ha spiegato che nel suo ristorante ogni pranzo e ogni cena termina sempre con della piccola pasticceria al tavolo ;  ci sono stati serviti prima la Gioconda , una dolce che ricorda una colomba con cioccolato e canditi . Dolce dedicato alla mamma dello chef che appunto si chiama Gioconda .
 
Poi direttamente al tavolo , farciti al momento dallo chef Roberto Cerea sono arrivati dei piccoli cannoli farciti con crema pasticcera , assolutamente buonissimi !

Share:

15 commenti

  1. Wow una giornata memorabile. Che ricette meravigliose avrei assaggiato volentieri il canederlo e il risotto. Poi con uno scopo benefico. Bellissima iniziativa.

    RispondiElimina
  2. un bell'evento...: i Moscardini affogati alla gradesana saranno una delizia immagino

    RispondiElimina
  3. Sempre belli ed interessanti i tuoi reportage, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. dei piatti davvero da leccarsi i baffi, un bellissimo evento....

    RispondiElimina
  5. un bellissimo evento che unisce gusto e aiuto a chi ha bisogno.I tuoi reportage sono sempre molto interessanti, sembra di essere vicino al palco, grazie ! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. straordinario questo evento, mi avrebbe fato piacere assistervi ma mi consolo leggendo il tuo articolo!!! Top!!!!

    RispondiElimina
  7. un evento a cui mi sarebbe piaciuto partecipare, troppo bella la presentazione di questi piatti

    RispondiElimina
  8. Vere prelibatezze dagli abbinamenti a volte insoliti ma sicuramente vincenti..il nido di Carnia dall'impiattamento agli ingredienti sembra favoloso

    RispondiElimina
  9. Che bell'evento! Mi è sembrato di esserci leggendoti!

    RispondiElimina
  10. Ciaooo
    Ma che belle foto e scommetto che deve essere stat proprio una bella esperienza, vero?!
    Complimenti!

    Bacione
    La Fra

    RispondiElimina
  11. Anche questo secondo post è molto interessante. Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Bellissimo anche questo reportage con meravigliose macro dei piatti!

    RispondiElimina
  13. Bell'evento e ottimi piatti con combinazioni di ingredienti interessantissime.

    RispondiElimina
  14. che piatti da buongustai e che vini d'eccellenza complimenti davvero per questo reportage

    RispondiElimina
  15. Sempre interessanti i tuoi "incontri" culinari.

    RispondiElimina

Ti ricordo che pubblicando un commento ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Prima di commentare consulta la PRIVACY POLICY per ulteriori informazioni.

Blogger Template Created by pipdig