martedì 24 novembre 2009

Spaghetti con canocchie, radicchio trevigiano e curcuma



Ingredienti per 4 persone :
• 280 gr. di spaghetti Voiello n° 104
• Kg. 1.2 di canocchie
• 1 piccolo cespo di radicchio trevigiano tardivo
• 1 limone biologico
• 2 grani di pepe nero
• 3 spicchi d’aglio
• 3 foglie di alloro
• 1 mazzetto di prezzemolo
• un pizzico di curcuma
• olio extra vergine di oliva
• sale e pepe

Queste canocchie provengono da Caorle piccola localita’ balneare vicina a Venezia, mi sono state donate dalla mia sorellina Orietta ,appena pescate, un prodotto quindi a km. Zero.



Esecuzione: prendere le canocchie, sistemarle in una bacinella e coprirle con acqua, aggiungere 1 cucchiaio di sale grosso e lasciarle riposare per 15 minuti, in modo che l’eventuale sabbia si depositi sul fondo del recipiente, trascorso questo periodo, scolatele e lavatele più volte sotto l’acqua corrente.
Questa che vi presento ora è la ricetta delle canocchie lesse, impiegate come antipasto:
mettere sul fuoco un capiente tegame con 1500 cc. di acqua e portatela a bollore, aggiungere poi 2 grani di pepe, 2 foglie di alloro, 1 spicchio d’aglio, il succo di un limone biologico con la sua buccia, qualche gambo di prezzemolo e poco sale grosso, lasciar bollire per una decina di minuti, poi aggiungere le canocchie e lasciarle cuocere per 3 minuti ( iniziate a contare il tempo da quando l’acqua avrà ripreso il bollore ) o sino a quando vedrete che cominciano a produrre una specie di schiuma bianca e diventano rosee.
Scolate le canocchie e appena sono leggermente raffreddate praticare due tagli laterali con le forbici lungo i lati del corpo, sollevare con le dita i gusci e sfilarli lasciando libera la polpa. Adagiatele su una pirofila ed irroratele con una miscela formata da olio extra vergine d’oliva, un trito di aglio e prezzemolo, e un pizzico di pepe . Possono essere gustate subito, ma è preferibile prepararle alla sera prima, coprirle con un film trasparente e riporle nel frigo, servirle quindi per il pranzo del giorno seguente, così acquistano maggior sapore.
Come antipasto possono essere servite da sole, oppure accompagnate ad altri tipi di pesce bolliti.



Una parte di queste canocchie le ho spolpate e le ho impiegate per fare un sugo veloce e molto saporito.
Esecuzione : porre sul fuoco un tegame con olio extra vergine d’oliva, uno spicchio d’aglio e una foglia di alloro, quando l’olio è caldo aggiungere il radicchio tritato ( tenere da parte alcune punte per la decorazione ) e la polpa delle canocchie, far cuocere per pochi minuti, perché il radicchio deve rimanere croccante, all’ultimo aggiungere un pizzico di curcuma , spezia che dona un bel colore giallo , ma che lascia inalterato il sapore degli altri ingredienti che compongono il piatto.
Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e fateli saltare nel sugo con un’abbondante spruzzata di prezzemolo.
Presentazione del piatto: porre al centro del piatto gli spaghetti e decorare con due canocchie e delle punte di radicchio trevigiano.

Come vino ho abbinato a questi piatti a del Lison, ovvero il Tocai classico delle Venezie, è cambiato il nome, ma il prodotto rimane pur sempre lo stesso.
Share:

39 commenti

  1. Davvero un primo da favola!!!Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio Marifra.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  3. Daniela...lindos os camarões (canocchie) de Caorle. Aqui nunca vi iguais.
    Fizeste um prato ao mesmo tempo simples e sofisticado. Parabéns!
    Beijinhos

    RispondiElimina
  4. Ti ringrazio Tania.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  5. Ciao Dany, non le ho mai preparate ma solo mangiate al ristorante... e mi piacciono molto. Mi riprometto di provare la ricetta del sugo non appena le trovo fresche. Un bacione, saluti anche al... fotografo gentiluomo!

    RispondiElimina
  6. Oh my goodness! Daniela, you have outdone yourself!!! This is such a grand, impressive, luxurious dish to indulge in!

    RispondiElimina
  7. A vedere questo piatto viene fame anche se si è appena finito di mangiare!!!! Complimenti Dany, un bacio

    RispondiElimina
  8. Ringrazio:
    - Ale, provale e poi fammi sapere, un saluto da parte mia e da parte di Diocleziano.
    - The Little Teochew
    - Federica
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  9. bel piatto che voglio fare presto perche'tutti gli ingredienti sono di facile reperibilita' e perche' adoro questo tipo di pesce...soprattutto quando riesco a trovarlo fresco fresco....e lo faccio saltare in padella con un filo d'olio del sale e del pepe o come zuppetta...baci!!!

    RispondiElimina
  10. Bonjour Daniela, voici un bon repas qui me plait beaucoup.

    Bonne journée

    Bises

    Ginette

    RispondiElimina
  11. Ti ringrazio Scarlett, aspetto la ricetta della zuppetta, che non ho mai provato.
    Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  12. Ti ringrazio Ginette.
    Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  13. Ciao Daniela! Che delizia! Mi piaciono tantissimo le canocchie! A Caorle sono stata una domenica qualche anno fa e mi è sembrata adorabile! Un bacio da Trieste. Sil

    RispondiElimina
  14. Ti ringrazio Sil.
    Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  15. Ti ringrazio Federica.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  16. Che bella ricetta, mi piace l'abbinamento dell'amarognolo del radicchio con la dolcezza del crostaceo, dona equilibrio al piatto! Brava.

    RispondiElimina
  17. Davvero una ricetta squisita, un abbinamento che mi piace molto. Ho segnato la ricetta. A Grado si dice"a S.Caterina meio una canocia de una gaina"("a S.Caterina meglio una canocchia di una gallina")

    RispondiElimina
  18. weee ciao dani!!
    ma sembra buonissimo questo piatto, anzi sicuramente lo è!
    Io adoro le cannocchie o cicale come dirsi voglia...!!
    Volentieri una forchettata, anzi 2. :D

    RispondiElimina
  19. Ringrazio:
    - Manuela
    - Solema
    - Roberta
    ciao Daniela.

    RispondiElimina
  20. sai che non ho mai abbinato il radicchio ai crostacei?...che grulla sono!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Ti assicuro che ne vale assolutamente la pena.
    Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  22. Nice blog Daniela. I love your banner photo! Thanks for visiting my blog.

    RispondiElimina
  23. il tuo piatto è degno di un grande chef... brava dev'essere buonissimo ..^_^

    RispondiElimina
  24. Ringrazio:
    - Gail
    - Nanny'
    ciao Daniela.

    RispondiElimina
  25. I love the simplicity yet elegance of this meal!

    RispondiElimina
  26. Ti ringrazio Barbara.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  27. Daniela, un bello piatto, hummmmmmm.
    Ti ringrazio anche le parole nello mio blog. È difficile vivere senza lavoro...
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  28. Sylvia comprendo la tua situazione, ti mando un abbraccio e un saluto.

    RispondiElimina
  29. accidenti, che voglia incontrollabile di tuffarmi nel piatto!

    RispondiElimina
  30. Ringrazio:
    - Babs
    - alialexa2006
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  31. Hola! Daniela.
    Que plato más bueno y sabroso.
    Nosotros por aquí les llamamos Galeras. Y la verdad es que hacen un caldo para mi gusto casi mejor que las gambas.
    Incluso solamente hervidas con sal estan buenísimimas.
    Un beso.

    RispondiElimina
  32. Ti ringrazio Empar, grazie per le dritte.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  33. un buon primo di pesce ! un bacione

    RispondiElimina
  34. in questo piatto mi ci tuffo, adoro le canocchie...non sono pesce!

    RispondiElimina
  35. non ci li ho mai mangiati con le cannocchie ma adoro i primi di pesce, quindi prima o poi li assaggerò! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  36. Un primo piatto a tutto gusto, da provare!

    RispondiElimina

Blogger Template Created by pipdig