domenica 9 febbraio 2014

Tour nella Strada del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco



La zona di produzione del radicchio Rosso Tardivo di Treviso si estende nelle province di Treviso, Padova e Venezia : si tratta complessivamente di 41 comuni di pianura che occupano una superficie totale di 1.156 kmq.
L’area di produzione del radicchio rosso di Treviso è sicuramente una delle più ricche di beni storici e paesaggistici dell’intera pianura veneta .Ciò è dovuto sia alle sue peculiarità ambientali sia, ancor più, alle vicende storiche che l'hanno interessata e che hanno lasciato importanti tracce nel paesaggio e nell’assetto territoriale. Riguardo agli aspetti ambientali va in primo luogo citato il Sile che, come noto, è forse il più lungo fiume di risorgiva d’Europa. La sua importanza naturalistica ha indotto la Regione Veneto ad istituirvi un Parco Regionale. Successivamente, l’intero parco è stato inserito nella rete Natura 2000, a testimonianza della sua rilevanza non solo nazionale.

Nell'ambito della Festa del radicchio di Dosson di Casier abbiamo partecipato ad un tour per conoscere le eccellenze e la storia del territorio . La leggenda narra che il radicchio di Treviso nacque proprio qui a Dosson di Casier ( TV ) intorno al 1600.
I radicchi, anche conosciuti come Fiori d'inverno,  protagonisti della produzione orticola nazionale, contribuiscono con la loro fama a rafforzare l'appeal turistico del loro territorio.
 La zona di produzione è infatti una delle più ricche di beni storici e paesaggistici dell'intera pianura veneta, tanto che ben tre percorsi delle strade del radicchio portano a storiche ville, a castelli, a oasi naturalistiche e a mulini secolari ; noi infatti abbiamo seguito uno di questi percorsi .

Prima tappa del tour " La troticoltura a Santa Cristina a Santa Cristina Quinto di Treviso ( sito storionedelsile.com ) .


La famiglia Bresciani, nel settore ittico da quattro generazioni, nel 1963 ha avviato quest'azienda agricola di allevamento di pesci d'acqua dolce, su di un'area all'interno del Parco Naturale Regionale del Fiume Sile, in prossimità delle sorgenti del fiume stesso.
L'azienda" Troticoltura S. Cristina " si estende su una superficie di circa venti ettari, di cui oltre la metà di specchio d'acqua, dove vengono allevate, all'interno di un ambiente naturale, più di una decina di specie di pesci d'acqua dolce, in oltre un centinaio di vasche apposite, dal fondale ghiaioso, approvvigionate con acqua attinta da pozzi e con acque derivate dal contiguo fiume Sile che, in questo tratto prossimo alle sorgenti, sono ancora pure e limpide.
 Attrezzata di moderne strutture ed impianti all'avanguardia per il monitoraggio continuo del tenore dell'ossigeno e della temperatura delle acque, è in grado di soddisfare l'intero ciclo produttivo dalla riproduzione, schiusa, avannotteria, novellame, al preingrasso e finissaggio.


la nursey
Questa è la nursey delle trote, ogni vasca contiene 50.000 uova ed ha una resa del 75 %. Ci sono 6 vasche per un totale di 300.000 uova.


Le trote di 1 mese, a questa età vengono divise per dimensione.
 
Già dal 1998, anticipando la decisione CE che dal I° gennaio 2001 vieta l'utilizzo e la detenzione di mangimi contenenti farina di carne, l'azienda ha preteso dai propri fornitori la disponibilità di materia prima contenente come fonte proteica esclusivamente farina di pesce ( pesce azzurro di basso pregio commerciale proveniente dai mari del sud America ). L'azienda produce e commercializza, consegnando con propri speciali mezzi di trasporto, alcune migliaia di quintali di pesci di trota iridea, trota iridea albina, trota fario, salmerino, storione, carpa comune, carpa erbivora, pesce gatto, pesce gatto americano, destinati al consumo alimentare, al ripopolamento di acque pubbliche e alla pesca sportiva. Da sottolineare che le trote allevate sono certificate con marchio di qualità .

Qui viene allevato lo storione :



Uno storione di 3 Kg. :


In questa zona i pesci si riproducono naturalmente :


Un asinello sul parco del Sile :
 

Come seconda tappa del tour abbiamo visitato un'azienda produttrice del radicchio rosso di Treviso . Siamo giunti a Scorzè  (VE ) ed abbiamo visitato l'Azienda Agricola Bellia Claudio .


L’azienda agricola viene fondata da Elia Bellia nel 1969, è un'azienda a conduzione familiare con la moglie Lucia, la figlia Graziella ed il figlio Claudio . L'azienda si orientò nella produzione di ortaggi, in particolar modo del radicchio rosso. Nel 1990 Elia, per raggiunti limiti di età lavorativa, lascia al figlio Claudio la guida dell’azienda.

Il fondatore dell’azienda Elia Bellia , 90 anni.


L’azienda ha adottato un ordinamento produttivo di tipo zootecnico ed orticolo. Iscritta al Consorzio per la tutela del Radicchio di Treviso e di Castelfranco I.G.P ed nel 2008 iscritta al Consorzio dell’Asparago di Badoere I.G.P, realizza la valorizzazione di questi prodotti orticoli con la lavorazione in pieno campo, con la lavorazione nel centro aziendale e quindi con la vendita del prodotto finito ottenuto secondo un lay-out specifico, specialistico e personalizzato nel rispetto delle norme sanitarie di igiene degli alimenti e dei locali di lavorazione .
 
Nel 2009, l’azienda di Bellia Claudio, si avvale dell’inserimento del figlio maggiore Damiano.
 
Dal 2010 l’azienda, con grande rammarico, decide di abbandonare l’attività zootecnica per la grave crisi che ha colpito il settore e dedica completamente le proprie risorse ed energie alla coltivazione dei seguenti prodotti:  
 
Radicchio Rosso di Tv I.G.P. nelle varietà precoce e tardivo per eccellenza
Asparago di Badoere I.G.P. bianco e verde
Piselli De.co. (denominazione Comunale)
Porri
Mais
Frumento
 
Damiano , figlio del titolare ci ha spiegato le varie fasi della filiera del radicchio rosso di Treviso IGP. Le operazioni di semina per il radicchio rosso tardivo e precoce devono essere effettuate entro il mese di luglio, direttamente in campo o in contenitori.
L'eventuale trapianto si effettua entro il mese di agosto. Le operazioni di raccolta per il radicchio rosso tardivo si effettuano a partire dal 1° novembre e comunque dopo che la coltura abbia subito almeno due brinate per favorire la colorazione rossa della pianta.
Per questa prima fase le piante di raccolta, con circa 15 cm. di radice, vengono pulite dalle foglie più esterne e dalla terra eventualmente rimasta aderente alla radice.  
Quindi i cespi vengono collocati in gabbie di plastica a fondo retinato o traforato per una quantità pari a circa 20 kg. Le gabbie riempite dei cespi vengono allineati in solchi profondi circa 20 cm e protetti con tunnel in modo da impedire maggiori bagnature dei cespi in caso di precipitazioni atmosferiche o di scioglimento di brinate notturne. I tunnel devono garantire la massima areazione dei cespi.
 
Si procede quindi con la fase forzatura-imbianchimento :

Questa fase è l'operazione fondamentale che consente di esaltare i pregi organolettici, merceologici ed estetici del radicchio rosso tardivo. Si realizza ponendo i cespi in condizioni di formare nuove foglie che, in assenza di luce, sono prive o quasi di pigmenti clorofilliani, mettono in evidenza la colorazione rosso intensa della lamina fogliare, perdono la consistenza fibrosa, assumono croccantezza ed un sapore gradevolmente amarognolo.  
La forzatura del radicchio rosso tardivo avviene mediante utilizzazione di acqua risorgiva dalla temperatura di circa 11 °C. I cespi vengono collocati verticalmente in ampie vasche di cemento protette con materiale in plastica ed immersi fino al colletto per un periodo massimo di 25 giorni  ( il periodo varia in base alle temperature esterne ) .


Qui siamo in visita ai locali adibiti alla fase forzatura-imbianchimento . sui lati si vedono le cassette con il radicchio .

A completamento delle operazioni di imbianchimento e forzatura i cespi nelle gabbie vengono messi a scolare per 24 ore, operazione necessaria per eliminare l'acqua in eccesso .


Seguono le operazioni di toilettatura con le quali si liberano i cespi dalle cassette, si asportano le foglie deteriorate o prive dei requisiti minimi fino ad ottenere un germoglio con le sue caratteristiche previste, si taglia e si scorteccia il fittone in misura proporzionale alle dimensioni del cespo.



L’operazione di toilettatura deve essere eseguita immediatamente prima dell'immissione al consumo del prodotto. Terminata la toilettatura il radicchio si colloca in capaci recipienti con acqua corrente per essere lavato e confezionato.


Il radicchio al momento della spedizione viene imballato nelle apposite cassette e come ultima operazione viene impresso il bollino IGP.


Il radicchio di Treviso con al centro il radicchio di Castelfranco.


In questo espositore potete notare anche la presenza del radicchio rosa di Verona ; ultimo arrivato nell’azienda Bellia .
Il buffet realizzato presso l'azienda agricola Bellia Claudio è stato realizzato dallo Chef Francesco Benetton del ristorante " Ai Savi " di Peseggia di Scorzè.

Foto Azienda Bellia Claudio
Buffet realizzato con piatti tipici a base di radicchio, quali il radicchio agrodolce , il radicchio in saor , il radicchio pastellato, il radicchio grigliato e il risotto con il radicchio.
 
Formaggi offerti dal Caseificio Artiginale Zanchetta a Casale sul Sile ( TV ).
 
E come dolce : le originali frittelle al radicchio realizzate sempre dallo chef Francesco Benetton. Seguite i prossimi post per conoscere le altre tappe del tour.
Share:

131 commenti

  1. Grazie di questo reportage!!! Conosco le zone e adoro il radicchio!!! Splendida esperienza, complimenti.... Attendo la prossima puntata..... Baci!!!!

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio speedy 70 . Buona settimana Daniela.

    RispondiElimina
  3. Complimenti, un ottimo post dettagliato e fatto con gusto

    RispondiElimina
  4. Grazie Ferruccio Gianola. Buona settimana , Daniela.

    RispondiElimina
  5. Che bella composizione di radicchi. Grazie per questo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Francesca . Un abbraccio, buona settimana Daniela.

      Elimina
  6. Interessante

    baci
    Erika
    http://www.thetrendfolio.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Erika. Buona settimana Daniela.

      Elimina
  7. sono zone splendide i i loro prodotti sono di primissima qualità, grazie per questo interessante reportage, buona settimana, un bacione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara , quelle zone sono davvero un capolavoro della natura . Un abbraccio, buona settimana Daniela.

      Elimina
  8. bel reportage, sono sicura dev'esser stato molto interessante

    Thegoldenwaves.com

    Un bacio M.♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Micol , un tour davvero interessante . Buona settimana Daniela.

      Elimina
  9. Un bellissimo tour molto interessante e di un prodotto buonissimo poi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina Giammatteo . Buona settimana Daniela.

      Elimina
  10. Complimenti per post,ci hai parlato di un altra eccellenza italiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia Cimmino, ho parlato del radicchio di Treviso, ma anche dello storione del Sile e della trota del Sile , nei prossimi post approfondirò gìquesti argomenti . Buona settimana Daniela.

      Elimina
  11. Dal tuo post sembra un tour molto bello e ricco di tante interessante informazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Marisa P. , io abito relativamente vicino a queste zone , ma molte cose non le conoscevo, è stato un tour davvero interessante , ti aspetto per farti conoscere l'ultima parte del tour , che pubblicherò nei prossimi post. Buona settimana Daniela.

      Elimina
  12. un tour molto interessante, sarebbe piaciuto venire anche a me, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia , se ti va possiamo metterci d0accordo per l'anno prossimo. un abbraccio, buona giornata Daniela.

      Elimina
  13. Informazioni precise e interessanti! Grazie! Ora ne so di più su un prodotto splendido come il trevigiano!!
    Buon lunedì:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie annalisa B. Buona settimana Daniela.

      Elimina
  14. Mmmm che voglia di un risotto con il radicchio. Grazie per queste foto e per la tua review

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Sabrina Balugani, infatti con queste foto, impossibile non pensare ad un risotto . Buona settimana Daniela.

      Elimina
  15. Grazie per aver fatto partecipare anche noi, anche se virtualmente, a questo tour!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Mimma .Buona settimana Daniela.

      Elimina
  16. che bello!!! un tour interessantissimo! complimenti
    GRETA MASSIMI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Greta Massimi. Buona settimana Daniela.

      Elimina
  17. Bellissime queste foto, sembrava quasi di essere li e vederle dal vivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rjìingrazio Giorgia Contu, le foto sono di Diocleziano. Buona settimana Daniela.

      Elimina
  18. molto interessante il tuo post. è una zona che non conosco per niente e devo dire che ho imparato qualcosa che non sapevo. grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te CHEZ LA KINE . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  19. Davvero molto interessante! Grazie per aver condiviso questo bellissimo tour

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Clara . Un abbraccio, buona giornata Daniela.

      Elimina
  20. Bellissimo reportage... io il radicchio l'ho scoperto da qualche anno e lo amo molto specialmente quando lo faccio saltare in padella e fatto appassire con un pò di vino bianco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen, io sarò anche di parte , ma a me il radicchio piace in qualsiasi ricetta , lo adoro. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  21. Quante info interessanti, bellissimo reportage Daniela :) Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Federica . Un abbraccio, buona giornata Daniela.

      Elimina
  22. Risposte
    1. Grazie Jessica .Buona giornata Daniela.

      Elimina
  23. ottimo reportage!! L'ho mangiato ieri a cena a casa di una carissima amica! mi e' piaciuto molto!ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Annalisa Sandri . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  24. Un post molto interessante ma... io sono di parte! Adoro il radicchio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lauradv. anch'io lo adoro . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  25. Bellissimo reportage ed esperienza davvero interessante!!

    Xoxo
    Frenzi and the city

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca Billotta. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  26. Che interessante il tuo tour, non sapevo che il radicchio richiedesse tanto lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta, il radicchio di Treviso richiede molto lavoro, ma è un prodotto conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  27. Ma quante belle immagini cara...è stupendo il radicchio trevigiano.. :P
    Un bacione a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daiana Molinares. Un abbraccio Daniela.

      Elimina
  28. bellissimo articolo!!
    questo radicchio e'eccezionale,buonissimo e fa molto molto bene :)
    ne ho fatto scorpacciate anni fa a causa di una fastidiosa anemia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirtilla . Un abbraccio Daniela.

      Elimina
  29. Ecco che mi manca da assaggiare il radicchio pastellato.. ora muoio dalla curiosità! Che tour eccezionale, sulla via del radicchio mi ci perderei! Non avevo mai visto un allevamento di trote e storioni e non sapevo tante cose sul pregiato radicchio trevigiano. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dafne Righetti , sono felice che tua abbia gradito il mio post, e il radicchio pastellato è buonissimo, devi assolutamente provarlo. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  30. post molto interessante, Questa è una delle qualità migliori di radicchio e ti ringrazio per tutte le infozioni che ci hai dato. Un abbraccio

    RispondiElimina
  31. Non mi piace molto ne il pesce ne il radicchio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sam DonneTester , ti comprendo ognuno di noi ha le sue preferenze, io lo adoro entrambi ; il radicchio poi, per le sue qualità e per la sua versatilità in cucina è apprezzato in tutto il mondo . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  32. adoro il radicchio..un viaggio virtuale stupendo ci hai fatto fare con questo post..molto bello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mariafelicia Magno. Un abbraccio Daniela.

      Elimina
  33. Mi piacerebbe molto poter fare un tour come il tuo, che bello.
    Daniela -The Fashion Kaos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela segui il link all'inizio del post dove parlo della festa del radicchio di Dosson , la puoi trovare tutte le info per l'anno prossimo . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  34. Risposte
    1. Grazie Elisa , anche a te consiglio di seguire il link della sagra del radicchio di Dosson. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  35. Risposte
    1. Ti ringrazio Anna Pernice . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  36. Davvero interessante questo post, l'ho letto ed apprezzato molto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Alessia . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  37. molto belle le foto che ci hai mostrato, quel radicchio è qualcosa di sublime !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara Bovio . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  38. che bella esperienza Daniela, io amo moltissimo il radicchio e ho apprezzato la tua narrazione delle aziende. un caloroso abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Stefania Benedetti . Un abbraccio, buona giornata Daniela.

      Elimina
  39. ma che bello, ottimo resoconto e belli anche gli scatti!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna , le foto sono di Diocleziano . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  40. peccato non aver potuto partecipare a quel buffet con piatti tipici a base di radicchio, ci hai raccontato una esperienza molto interessante, sarebbe stato bello prendervi parte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Rocco Dragone , tutti i piatti a base di radicchio erano ottimi, il radicchio pastellato poi è buonissimo. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  41. non sapevo ci fosse una festa del radicchio!!! capperi un pò affollata quella nursery ahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claude ci sono molte feste del radicchio nei comuni dove viene prodotto ( vedi qui http://goo.gl/Ksrtne ) . Davvero affollata la nursey, li stavano dividendo per dimensione. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  42. ma che bella la composizione di radicchio sembra una torta matrimoniale!! Super il bouffet!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Elisabetta Bertolini. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  43. Interessante questo post, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristiane . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  44. Risposte
    1. Ti ringrazio Valeria D'Esposito . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  45. adoro il radicchio proprio ieri ho fatto un ottimo risotto!

    http://alessiavanni.it/
    https://www.facebook.com/AlessiaVanni.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessia Vanni, favoloso il risotto con il radicchio . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  46. non ho mai visitato queste terre ma il tuo tour mi ha reso bene l'idea!!!! adoro il radicchio rosso ma non l'avevo mai visto appena raccolto. Grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio giusy tutta l'italia è bellissima e ricca di prodotti unici , che sono dei veri tesori. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  47. Adoro il radicchio, il tuo post è molto bello ed interessante. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Giovanna. Un abbraccio Daniela.

      Elimina
  48. bello davvero questo tour virtuale! complimenti per le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilenia. Buona serata Daniela.

      Elimina
  49. Risposte
    1. Grazie Eleonora Deborah. Buona serata Daniela.

      Elimina
  50. Molto interessante il tour al quale hai partecipato; questi tipi di eventi mi piacciono molto e quando li organizzano nella mia città partecipo più che volentieri. Adoro il radicchio, soprattutto quello trevigiano, che è insuperabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovyna , anch'io trovo questi eventi molto interessanti ed istruttivi e quando ne ho la possibilità partecipo con molto piacere.Buona serata Daniela.

      Elimina
  51. Complimentoni veramente! Un ottimo post! Ti aspetto da me http://violettas.altervista.org/ un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Violetta . Un abbraccio Daniela.

      Elimina
  52. Risposte
    1. Ti ringrazio Barbara Valentina Grimaldi. Buona serata Daniela.

      Elimina
  53. Sono sempre molto formativi questi eventi: Poi con questi colorati radicchi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrico.
      Buona serata Daniela.

      Elimina
  54. Bellissimo reportage e foto favolose!
    Grazie
    Baci

    RispondiElimina
  55. Il radicchio si presta a tantissime ricette, lo adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna Carella, concordo con te, il radicchio è molto versatile in cucina . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  56. Molto belle tutte queste foto! Io amo il radicchio che è perfetto per la mia dieta! <3 ti aspetto da me su www.fashionfordonny.com xoxo Donny.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Donato. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  57. grazie per queste info molto interessanti!
    Cri
    www.2fashionsisters.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Cristina Chiara . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  58. Adoro il radicchio!! Grazie per tutte le informazioni :)

    KALEIDOSCOPIC MIRROR

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Eleonora Branca . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  59. Un post veramente dettagliato ed interessante quante informazioni!!!!!! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marinagela . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  60. È bello vedere cosa c e dietro ai cibi che consumiamo giornalmente e tutta la fatica di aziende che da anni lavorano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio mary g , infatti c'è una grande mole di lavoro e il risultato si vede , prodotti di altissima qualità. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  61. Mi piace tantissimo il radicchio, complimenti per il tuo reportage!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Italian Do Eat Better. Un abbraccio, buona giornata Daniela.

      Elimina
  62. anche io adoro il radicchio, che bel post , complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy ste. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  63. Dani tesoro.. è stato interessantissimo leggerti. Mio padre è spesso lì per lavoro e quando lo sento al telefono mi racconta sempre di quanto è buono quel radicchio e il vino che lì si trova. Non mi immaginavo quanta fatica ci si mettesse e quanta precisione si usasse per pulire il radicchio... non vorrei essere nei loro panni! Grazie, un abbraccio e un bacio di bene <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Ely, sarà che io sono di parte , ma come avrai capito ho una vera passione per i prodotti veneti, sono nata e vissuta qui, fanno parte della mia persona . Un abbraccio, buona giornata Daniela.

      Elimina
  64. Molto interessante questo giro per scoprire la zona. Come sono belli i radicchi così colorati. Sembrano dei mazzi di fiori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Linda. Un abbraccio, buona giornata Daniela.

      Elimina
  65. Che bel reportage del tour che hai fatto! è sempre piacevole leggere cose cosi originali e non scontate! =)
    Belle foto!
    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia. Buona giornata Daniela.

      Elimina
  66. ciao...seguo il tuo blog gia da un bel po...io sono l amministratrice del blog:
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/
    da poco ho dovuto cambiare l url al blog quindi sicuramente non riceverai i miei post nella bacheca...se ti fa piacere riceverli cancellati dal mio sito e riiscriverti...per cancellarti basta che vai sul riquadro dei miei lettori fissi e accedi al mio blog con il tuo username e password...poi sempre dal riquadro dei miei lettori fissi clicchi su la freccia vicini opzioni,poi su impostazioni sito e poi su "non seguire questo blog". dopo di che ti dovresti riiscriverti al mio blog...ne sarei molto onorata...grazie mille...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marty, vado subito a vedere . Buona giornata Daniela.

      Elimina
  67. Complimenti per lo splendido reportage!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola Bacci. Un abbraccio Daniela.

      Elimina
  68. Davvero un post molto interessante, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Giovanni Chirivi. Buona giornata Daniela.

      Elimina

Blogger Template Created by pipdig